Seguici su:

La raccolta della Carta

Di che materiale parliamo?
La storia della carta nasce circa 2000 anni fa in Cina che scoprì la tecnologia per fabbricare questo materiale, partendo dalla corteccia degli alberi. In Italia, la prima regione ad ospitare uno stabilimento di produzione della carta fu la Sicilia e nel 1200 nacquero anche le cartiere di Amalfi e Fabriano. Sarà l’Olanda, nel 1800, a dare il via alla produzione della cellulosa dal legno, che permise alla produzione di diventare di massa, con la conseguente caduta di prezzo che la trasformò da prodotto di lusso a prodotto di largo consumo. Non bisogna poi dimenticare un prodotto che deriva dalla carta, l’imballaggio. L’introduzione della meccanizzazione su larga scala con la Rivoluzione Industriale, consentì la produzione di quantità sempre più notevoli di articoli e nacque così l’esigenza di proteggerli e conservarli, impedendo il loro danneggiamento durante il trasporto. Oggi gli imballaggi di nuova generazione devono rispondere a caratteristiche evolute sia in termini di capacità di protezione e trasporto sia di economicità e impatto ambientale

Come fare la raccolta differenziata:

COSA GETTARECOSA NON GETTARE
Sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere


Carta oleata (come quella di formaggi e salumi), carta da forno, buste da spedizione imbottite (carta fuori e pluriball all’interno)
Scatole, scatoloni e imballaggi piegatiImballaggi unti o sporchi o con residui di cibo (ad esempio quello della pizza)
Cartoni per bevande in tetrapak® (come latte e succhi di frutta)Carta patinata, cellophane, scontrini, carta carbone
Cartone ondulato per imballaggiFazzoletti usati
Confezioni come quelle di riso, pasta, sale e altri alimenti, quelle del dentifricio e altri prodotti per l’igiene personale e per l’igiene della casa.
Carta sporca di sostanze chimiche

Non dimenticare di:
• Separare correttamente le confezioni in base al materiale
• Ridurre il volume il più possibile: evita di appallottolare la carta, fai a pezzi cartoni e cartoncini.
• Non depositare nei bidoni gialli la carta in materiali diversi (ad esempio un sacchetto di plastica)

Lo sai che?

torna all'inizio del contenuto
CHIUDI
CHIUDI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi